Il testo Utopie Eterotopie di Focault costituisce un punto fermo di questa ricerca visiva per la sua capacità di definire quegli spazi e, dunque, quelle immagini che hanno la caratteristica di sovvertire, anche nella loro ordinarietà, le gerarchie degli spazi stessi, offrendo un immaginario nuovo, un’utopia quotidiana e per questo reale. Le volontà dietro ad ogni scatto non sono compatibili con una progettualità dell’opera; Spazi Altri è, e vuole essere, una dichiarazione d’intenti e di sguardi.